Esperto d'Arte

Il pensionato indaffarato | Eternity di CattelanContemporaneità

Posted by Marina Ciangoli 27 Apr, 2018 12:10

Il pensionato più famoso, indaffarato e impegnato d'Italia, il nostro Maurizio Cattelan, è tornato a far parlare di sé, col suo nuovo progetto artistico, che ha come trama principale uno dei suoi topos ricorrenti, che è anche un pilastro evergreen delle arti in genere: la Morte.

Blog image

Lo scorso 23 aprile, presso l'Accademia di Belle arti di Carrara, si è inaugurata la mostra Eternity, su un'idea di Maurizio Cattelan, che afferisce, non solo la ritualità funebre, come vedremo, quanto il rapporto e il dialogo che si crea tra l'artista e il tema della Morte. In campo artistico, oltretutto, la tematica di thanatos, implica anche quello tanto sospirato ed agognato dell'immortalità. Se l'artista crea come Dio, per essere tale l'artista deve necessariamente conquistare anche l'eternità.

Blog image

In cosa consiste il progetto? Cattelan, nelle vesti di progettista-curatore impersona anche la figura tradizionale - ma oggigiorno decaduta in disgrazia dalle nostre parti - del mecenate, e coinvolge gli studenti dell'Accademia di Carrara per la creazione delle opere. Cattelan ha quindi selezionato venti artisti, i quali hanno ricevuto una borsa di studio di 1500 euro, da lui finanziata.

Blog image

Se il tutto vi sembra alquanto macabro, ricordiamoci che stiamo pur sempre parlando di Maurizio Cattelan, e al sentimento perturbante che può lasciare la vista di una distesa di lapidi si unisce, ed è in pratica inevitabile quando si tratta dell'artista padovano, un'altra ineluttabile e onnipresente coprotagonista: l'ironia.
Le tombe, di svariati artisti di ogni epoca e nazione, richiamano fortemente la vita e l'operato dei capisaldi dell'arte del passato e del presente quali Michelangelo, Caravaggio, Klimt, Magritte, Manzoni, Fontana, Demetz e molti altri, e sono corredate da immagini scultoree ed epitaffi irrisori.
E se Cattelan è tra gli artisti di oggi che proprio non digerite, sarete lieti di visionare diverse versioni della sua... tomba.

Vi lascio ora ad una breve carrellata delle opere esposte:Blog image

Blog image

Blog image

Blog image

Blog image

Blog image










Corso di Scrittura Creativa - RomaServizi & Attività

Posted by Marina Ciangoli 10 Feb, 2018 11:37

Blog image

Lo scopo del corso è quello di trattare gli aspetti principali delle tecniche di scrittura creativa e analizzare tutte le parti che creano un racconto lungo o un romanzo vero e proprio, riportando esempi e consigli. Al termine di ogni lezione saranno proposte delle esercitazioni da svolgere in classe.

A conclusione del percorso formativo, ad ogni partecipante verrà rilasciato un Attestato di Frequenza.

Il corso è a cura della scrittrice Sara Rattaro, autrice Garzanti.

Programma nel dettaglio:

Prima lezione:

  • Storia o trama?
  • Dettagli e stereotipi
  • Dove trovare qualcosa di interessante da raccontare?
  • L’incipit
  • Il personaggio: contrasti e coerenza
  • L’azione: Show don’t tell.

Seconda lezione:

  • Descrizione dei sentimenti e delle emozioni.
  • I cinque sensi.
  • Precisione, dettagli e la parola migliore.
  • Il dialogo

Terza lezione:

  • La prima o la terza persona? Punto di vista del narratore e polifonia narrativa
  • Il tempo narrativo
  • Il conflitto
  • Introspezione psicologica del personaggio
  • Metafore e similitudini

Quarta lezione:

  • Anticipazioni e flashback
  • Colpi di scena e cliffhanger
  • Drammatizzare e scene memorabili
  • Il finale e i suoi elementi.

Saranno proposti brevi esercizi da svolgere in classe e letture.

Sede e orari: Le lezioni si svolgeranno presso il BSLD Europa S.r.l. in via Palmiro Togliatti 1640, Roma dalle ore 9,00 alle ore 18,00

Costo e requisiti: Il costo per partecipante è di Euro 280, per un massimo di 14 iscritti.

Per info, chiarimenti e iscrizioni è disponibile l’apposito indirizzo e-mail:

corsi@orizzontecontemporaneo.it



Corso di fotografia base - RomaServizi & Attività

Posted by Marina Ciangoli 10 Feb, 2018 11:30

Blog image

Le lezioni saranno tenute dalla docente Valentina Valente.

Il percorso formativo sarà dedicato in un primo momento al background visivo, teorico e tecnico dell’arte fotografica, nella seconda parte all’elaborazione di un progetto personale.

Le lezioni saranno di stampo teorico-pratico. Il percorso andrà dall'uso della macchina alla stampa fotografica e l'allestimento dell'esposizione finale. La finalità del corso è innanzitutto dare consapevolezza del mezzo tecnico, ma anche del potenziale concettuale, descrittivo e narrativizzante dell'immagine fotografica. Questo verrà fatto cercando un percorso che vada dallo scatto alla stampa impostato in maniera quanto più personalizzata.

A conclusione del corso è prevista una mostra fotografica con i lavori degli studenti organizzata dalla Dott.ssa Marina Ciangoli con Orizzonte contemporaneO.

Programma nel dettaglio:

Prima lezione:

•Introduzione alla fotografia: scrivere con la luce.

•La reflex e le ottiche.

•Composizione: prospettiva e diagonali.

Seconda lezione (h 09,00/13,00):

•L'esposizione: iso/diaframmi/tempi

•L'esposimetro

•Composizione: La regola dei terzi

Terza lezione (h 09,00/13,00):

•La profondità di campo.

•La luce naturale e la luce artificiale

•La temperatura colore

Quarta lezione (Uscita fotografica da 2h):

•Esercitazione pratica

Quinta lezione (h 09,00/13,00):

•Revisione scatti

•Introduzione all'editing digitale: esposizione, luci e ombre

•Introduzione allo storytelling fotografico. Progettazione lavori degli allievi.

Sesta lezione (h 09,00/13,00):

•Il ritratto. Ottiche e composizione.

•Esercitazione pratica.

•Progetti degli allievi: revisione e editing

Settima lezione (h 09,00/13,00):

•Il paesaggio. Ottiche e composizione

•La street photography. Storia, ottiche e composizione.

•Progetti degli allievi: revisione e editing.

Ottava lezione (h 09,00/13,00):

•Lo storytelling fotografico.

•Allestimento racconto fotografico o percorso visivo su blog o portale fotografico.

•Allestimento e montaggio esposizione fotografica.

Sede e orari: Le lezioni si svolgeranno presso il BSLD Europa S.r.l. in via Palmiro Togliatti 1640, Roma dalle ore 9,00 alle ore 13,00

Costo e requisiti: Il costo per partecipante è di Euro 300, per un massimo di 12 iscritti. Ogni alunno dovrà essere munito di una macchina fotografica Reflex.

Per info, chiarimenti e iscrizioni è disponibile l’apposito indirizzo e-mail:

corsi@orizzontecontemporaneo.it



Pubblicazioni d'ArteServizi & Attività

Posted by Marina Ciangoli 10 Feb, 2018 11:22

Un’opera d’arte, un’intera collezione, omogenea o disomogenea che sia, non vive e sopravvive di per sé, ma diventa immortale poiché viene tramandata di generazione in generazione, e resa fruibile in tutte le sue forme agli spettatori che si susseguono nel tempo, e, in particolar modo, perché viene studiata e storicizzata.


Blog image

Studio, storicizzazione e fruibilità, divengono elementi fondamentali e sostanziali affinché un’opera d’arte o una collezione sopravviva all’oblio che il tempo più spesso comporta. Consci di questo, Orizzonte contemporaneO intende supportare i collezionisti che si avvalgono della consulenza, affinché le proprie collezioni mantengano o ricreino il filo conduttore con la Storia, continuando il dialogo ideale che le ha portate fin nei nostri giorni, attraverso le letture che ogni epoca compie su un’opera d’arte.

Mantenere viva e accesa l’attenzione sulle opere d’arte, significa non solo perpetuarne il prestigio culturale, ma anche accrescerne il valore economico.

Per tanto Orizzonte contemporaneO, offre i seguenti servizi:

· Pubblicazioni collezioni storiche: L’ampliamento o la creazione di una letteratura artistica di un’opera o collezione d’arte, si rivela indispensabile per la sopravvivenza stessa del bene culturale, che viene tramandata e filtrata di epoca in epoca. Orizzonte contemporaneO si occuperà direttamente della stesura di adeguati e accurati apparati storico-critici, nonché della pubblicazione stessa di monografie e saggi dedicati alla collezione d’arte sottopostaci. La pubblicazione, corredata di regolare codice ISBN, verrà depositata nelle principali Biblioteche Centrali Nazionali, al fine di rendere gli studi eseguiti reperibili e facilmente fruibili. Le copie saranno inoltre messe in vendita tramite i canali di Orizzonte contemporaneO.

· Pubblicazioni artisti e beni inediti: Il servizio è rivolto anche a coloro, che in possesso di collezioni d’arte contemporanee di autori inediti o poco approfonditi, intendano, in un’ottica a lungo termine, intraprendere un percorso di storicizzazione della propria collezione. Altresì, ci rivolgiamo ad artisti che ambiscono a veder pubblicata la propria produzione artistica, affinché essa venga diffusa, nonché rafforzata sia da un punto di vista culturale che, conseguentemente, economico. La pubblicazione godrà del relativo codice ISBN, e verrà depositata nelle principali Biblioteche Centrali Nazionali, e messa in vendita tramite i canali di Orizzonte contemporaneO.

Inoltre, Orizzonte contemporaneO, offre la propria professionalità per la costituzione o ampliamento di collezioni private, con un servizio di consulenza d’orientamento nel mercato dell’arte antico, moderno e contemporaneo, nonché la propria competenza per l’alienazione del bene artistico (per saperne di più clicca QUI).

I servizi sono rivolti a: Collezionisti, Artisti, Aziende private, Istituti bancari.

Per usufruire dei servizi per la curatela della vostra collezione e/o per veder pubblicata la vostra collezione/produzione artistica, scrivete a m.ciangoli@orizzontecontemporaneo.it





Curatela Artisti e CollezioniServizi & Attività

Posted by Marina Ciangoli 09 Feb, 2018 11:48

Compito di un curatore è di mediare e veicolare una collezione, di un artista come di un collezionista, con parametri oggettivi e metodici, facendosi anello di congiunzione con il potenziale pubblico fruitore. Una voce altra diventa necessaria quale garante di tale oggettività, tramite la selezione delle produzioni artistiche condotta con criteri di qualità e trasparenza.


Blog image

Orizzonte contemporaneO nella figura della curatrice Marina Ciangoli, dietro conferimento d’incarico da parte di privati e istituzioni; o su propria iniziativa, offre le proprie conoscenze al fine di comunicare e mediare il messaggio artistico tramite i seguenti apparati:

· Creazione testi critici: il mezzo principe per la divulgazione, l’informazione, la storicizzazione e la lettura di un’opera d’arte e il suo creatore è senza dubbio il testo critico. Quest’ultimo, consiste nella stesura analitica e oggettiva di un’opera o di una produzione artistica (ciclo d’opere, retrospettiva,…) atta ad esaminare e descrivere l’iconografia e l’iconologia, il contesto storico-culturale, il prestigio tecnico-esecutivo, e la rilevanza nel mercato dell’arte. Nella selezione delle opere da trattare, dietro conferimento d’incarico (per cataloghi, pagine web e materiale informativo vario), Orizzonte contemporaneO garantisce obiettività e trasparenza, puntando sulla qualità delle opere da divulgare.

· Organizzazione mostre temporanee: affinché una collezione entri a far parte del circuito dell’arte, è necessario che venga divulgata e promossa attraverso mostre d’arte dedicate consegnandola ad un pubblico che sia il più vasto possibile. Orizzonte contemporaneO, dietro conferimento incarico, o su propria iniziativa, organizza eventi ad hoc al fine di veicolare il messaggio artistico, onde diffondere e tracciare quanto accade nel panorama artistico contemporaneo. Per le modalità organizzative si veda la pagina dedicata Organizzazione eventi d’arte e culturali.

· Sviluppo di pagine web dedicate: un’efficace comunicazione, nell’era del cyber spazio, deve passare necessariamente tramite il mondo web, divenuto uno dei principali mezzi di comunicazione della nostra epoca. Per gli artisti che ne fanno richiesta, Orizzonte contemporaneO organizza pagine internet dedicate corredate di biografia, testo critico e una selezione di opere per la galleria virtuale dell’artista.


Blog image

· Pubblicazioni d’arte di collezioni: studio, storicizzazione e fruibilità, divengono elementi fondamentali e sostanziali affinché un’opera d’arte o una collezione sopravviva all’oblio che il tempo più spesso comporta. Consci di questo, Orizzonte contemporaneO intende supportare i collezionisti che si avvalgono della consulenza, affinché le proprie collezioni mantengano o ricreino il filo conduttore con la Storia, continuando il dialogo ideale che le ha portate fin nei nostri giorni, attraverso le letture che ogni epoca compie su un’opera d’arte. Mantenere viva e accesa l’attenzione sulle opere d’arte, significa non solo perpetuarne il prestigio culturale, ma anche accrescerne il valore economico. Per le modalità del servizio, si veda la pagina dedicata, cliccando Pubblicazioni d’arte.

· Transazioni di vendita: compito di un curatore, è anche quello di rappresentare l’artista, o il proprietario di un’opera d’arte che ha in curatela, nelle transizioni di vendita, così da tutelare gli interessi sia dell’artista come dell’acquirente. Laddove richiesto, Orizzonte contemporaneO, nella figura della curatrice Marina Ciangoli, manterrà la cura e la tutela dell’opera, per preservarne la conservazione e il valore artistico-culturale.

· Curatela collezioni permanente: in accordo col cliente, e in base alle sue esigenze, Orizzonte contemporaneO si occuperà direttamente della curatela e conservazione della collezione, al fine di accrescerne nel tempo il prestigio e il valore economico. In quest’ottica, si rivelerà particolarmente utile, l’organizzazione di eventi ad hoc, per potenziare il valore culturale e l’appetibilità della collezione sul mercato dell’arte, anche in funzione di un’eventuale alienazione dei beni. Si darà al contempo, l’occasione ad un vasto pubblico di apprezzare le bellezze che la cultura offre, seppur non di pubblica proprietà.

I servizi sono rivolti a: Collezionisti, Musei, Gallerie d’arte e Aziende.

Per visionare il tariffario e proporre una collezione d'arte per i servizi su indicati, scrivi a: m.ciangoli@orizzontecontemporaneo.it o a selezione@orizzontecontemporaneo.it





Organizzazione Eventi d'Arte e Culturali Servizi & Attività

Posted by Marina Ciangoli 09 Feb, 2018 11:35

Chi decide di entrare ed affermarsi nel complesso e competitivo settore dell’arte, dovrebbe essere a conoscenza che necessita di avere altre voci che attestino e donino a fruitori e collezionisti un’immagine della propria produzione artistica che sia la più oggettiva possibile. E’ dunque necessario e fondamentale che un artista, un collezionista, un’azienda o un ente pubblico, affinché creino e trovino il proprio posto nel mondo dell’arte, si affidino a diverse figure professionali, in esso operanti, che tutelino ma che, al tempo stesso, riescano ad esaltare il valore della produzione artistica in quanto voci capaci di mediare, filtrare, storicizzare e promuovere.

Orizzonte contemporaneO, puntando su elementi come conoscenza, competenza, integrità morale ed onestà intellettuale, fra le varie attività, si occupa anche della promozione e della pubblicizzazione di eventi culturali ed artistici in location prestigiose, progettandoli nei minimi dettagli, realizzandoli e divulgandoli al fine di aumentare il prestigio delle collezioni esposte e degli artisti che necessitano di un buon trampolino di lancio all’interno del mondo dell’arte.

Inoltre, attento anche alle esigenze ed ai bisogni del territorio, pone un occhio di riguardo su manifestazioni ed aste di beneficenza organizzandole con sensibilità e scrupolosità. Si occupa anche della creazione di bandi di concorsi a premi e dello sviluppo di progetti editoriali.

Principalmente lavora sul territorio di Roma, Lazio, Abruzzo ma, in base alle opportunità e ai mezzi, Orizzonte contemporaneO si prefissa di operare su tutto il territorio nazionale.

Orizzonte contemporaneO per la realizzazione del Vostro evento mette a disposizione ed offre i seguenti servizi:

Sviluppo del concept dell’evento

La Vostra collezione/produzione artistica sarà accompagnata da un concept che racchiuderà l’essenza del messaggio che volete trasmettere con la realizzazione del Vostro evento. Lo staff di Orizzonte contemporaneO stilerà il filo conduttore che racchiuderà in sé la natura dell’evento in modo esaustivo ed accattivante.

Ricerca della location ideale per il Vostro evento

Gli artisti rappresentati da Orizzonte contemporaneO hanno avuto modo di esporre in varie location appositamente individuate in base al loro stile. Legare la produzione artistica alla location giusta è sicuramente un punto di forza nell’organizzazione di un evento e, pertanto, Siete invitati a scrivere agli appositi contatti per avere maggiori informazioni sulle prestigiose location in cui potreste dar vita al vostro evento culturale. Inoltre, per favorire la scelta della vostra location, su richiesta, potrete visualizzare l’allestimento del vostro evento in 3D.

Campagna marketing

La comunicazione multimediale è un punto di forza per Orizzonte contemporaneO. Le visualizzazioni del sito web crescono sostanzialmente mese per mese. Anche le pagine sui social network come Facebook e Google+ sono in crescita. Ogni evento gode di pubblicazioni su YouTube. In più, per allargare la rete lavorativa, Orizzonte contemporaneO si avvale di un contatto LinkedIn sul quale mantiene viva l’attenzione sui progetti svolti e sui partner che hanno supportato ogni realizzazione. Con queste premesse, quindi, si fa presente che il vostro evento sarà preceduto da una campagna marketing atta ad incuriosire ma anche ad informare il pubblico. Tale campagna può prevedere, a seconda delle Vostre preferenze, la classica divulgazione multimediale e di inviti elettronici, la stampa di flyers, manifesti e/o locandine ma non solo... Orizzonte contemporaneO, su richiesta, vi dà la possibilità di scegliere per il vostro evento anche una campagna marketing non convenzionale in cui si punterà a stupire e coinvolgere il target individuato. Inoltre verranno creati gli eventi sui social network su menzionati.


Blog image

Ufficio Stampa

Orizzonte contemporaneO al suo interno possiede un Ufficio Stampa di notevole spessore e, pertanto, invia accurati ed esaustivi comunicati stampa a testate giornalistiche note nel web. Inoltre, Orizzonte contemporaneO si avvale di una mailing list con più di 1.500 contatti tra cui amanti d’arte, collezionisti, curatori, galleristi, artisti e personalità di rilievo all’interno del circuito artistico e non solo.

Redazione di apparati storico-critici

Il vostro evento godrà della redazione di ottimo materiale informativo, sia dal punto di vista dei contenuti, sia per la grafica professionale e studiata per essere efficace dal punto di vista della comunicazione. La buona fattura dei cataloghi e delle brochure contraddistinguerà il vostro evento attestandone il ricordo e storicizzando la vostra produzione artistica/collezione.

Blog image

In base a quanto evidenziato, sono previsti una serie di pacchetti stilati con un piano tariffario differenziato definito dai servizi richiesti e dalla scelta della location in cui si desidera veder realizzato il proprio evento.

Oltre alle proposte preventivate da Orizzonte contemporaneO, possono essere studiate altre forme di organizzazione su misura in base alle vostre esigenze, certi di poter dare al vostro evento culturale una buona visibilità.

Per proporre i vostri progetti, avere maggiori informazioni e ricevere il tariffario, sarà sufficiente scrivere all’indirizzo selezione@orizzontecontemporaneo.it



Investimenti in Arte e Mediazioni Servizi & Attività

Posted by Marina Ciangoli 07 Feb, 2018 11:13

Orizzonte contemporaneO offre un servizio qualificato e aggiornato d’orientamento al mercato dell’arte attuando le strategie più efficaci di consulenza, al fine di accompagnare il cliente verso scelte a lui più consone, sia da un punto di vista legale che finanziario, per l’acquisizione o cessione e l’investimento in opere d’arte sia antiche che moderne, e per l’acquisizione di opere d’arte inedite in linea con l’andamento di mercato. Il servizio è rivolto a privati, collezionisti e aziende che intendono affidare o ampliare il proprio patrimonio culturale a figure professionali che usano i più corretti e idonei parametri di comunicazione e strategia, in un mondo altamente competitivo quale quello del mercato dell’arte.

Blog image

Il servizio è rivolto a privati, collezionisti e aziende che intendono affidare o ampliare il proprio patrimonio culturale a figure professionali che usano i più corretti e idonei parametri di comunicazione e strategia, in un mondo altamente competitivo quale quello del mercato dell’arte.

L’Art Ambassador gestisce i flussi di tutto quello che avviene in una società di cultura e sa come valorizzare il patrimonio artistico.

Media anche con i fornitori al fine di ottenere risultati migliori per entrambe le parti.

Studia il portfolio di tutte le opere sia di arte antica che contemporanea in gestione così da poter fornire il materiale completo e la massima serietà da parte del personale, che si curerà di rispettare e soddisfare le esigenze del cliente.

Per info e consulenze scrivi a investimenti@orizzontecontemporaneo.it





F.A.Q. Perizie d'Arte e dintorniServizi & Attività

Posted by Marina Ciangoli 08 Jan, 2018 10:38

Blog image
1)
Perché costa così tanto fare una perizia? E cos’è che pago?

È la questione più annosa, inutile negarlo: far stimare e autenticare un’opera costa. Ma cos’è che si paga? Innanzitutto si paga il lavoro qualificato. Un perito è un laureato e uno specialista, e nel mio caso, ho competenze storico-artistiche nonché una specializzazione post-laurea che amplia le mie conoscenze nel complesso settore del mercato dell’arte. Non è un lavoro che si può improvvisare, né è alla portata di tutti. Ma, e forse è l’aspetto più importante e sottovalutato, quello che si paga è la concreta possibilità di trasformare la propria opera in investimento. Basta rifletterci su: se si può vendere un’opera nel mercato è grazie alla documentazione rilasciata da un esperto, a fronte dei suoi studi, delle sue competenze e della sua esperienza. Oggi giorno infatti solo uno sprovveduto acquisterebbe un’opera di valore artistico ed economico senza avere in mano qualche garanzia scritta nero su bianco. Il discorso va al di là anche della questione vendita: si può avere un’idea puntuale sul proprio patrimonio solo grazie ad un esperto che avrà eseguito l’appropriata documentazione.

Per parlare di cifre, in proporzione al valore dell’opera esaminata, i costi partono da qualche centinaia di euro fino a circa dieci mila euro.

E in sintesi, come recita il proverbio: Chi più spende meno spende!

Ad ogni modo, e in via sperimentale, ho deciso quest'anno di applicare una tariffa forfettaria, tale da rendere lo studio e la certificazione di opere d'arte accessibile a tutte le tasche, dal momento che, nel corso degli anni mi è spesso capitato di avere a che fare con opere di autori interessanti, ma a causa dei costi spesso in vigore, il proprietario si è visto costretto a rinunciare a far studiare e certificare la propria opera.

2) Che differenza c’è tra una perizia e un expertise?

Il termine expertise è la traduzione francese del termine perizia, ma benché significhino la stessa cosa si tende a fare un distinguo. La perizia in genere contiene l'expertise, ma a differenza di quest'ultima dichiara anche il valore economico dell'opera d'arte esaminata. L'expertise invece è un documento che tende ad accentrare l'attenzione sulla paternità dell'opera e su ogni elemento utile a determinarla, costituendo così la carta d'identità dell'opera d'arte. L'expertise dovrebbe sempre accompagnare ogni opera d'arte, ma il più delle volte si tende a sottovalutare tale aspetto.

3) Qual è la procedura? E quali sono le tempistiche?

Ci sarà per cominciare un nostro incontro, perché ho bisogno di vedere ed esaminare l'opera o le opere dal vivo, e se necessario, laddove sorgessero dubbi, ad esempio a causa dello stato di conservazione, sulla paternità, ecc... le chiederò di lasciarmele in custodia qualche giorno per approfondimenti. A seconda della complessità dell’opera, si deciderà se e quali analisi diagnostiche far eseguire.

In merito alle tempistiche, non c'è un tempo preciso, perché può bastare un dettaglio non notato in una prima fase per rivoluzionare la ricerca e portare ad ulteriori approfondimenti. Nell'accordo che andremo a firmare stabilirò un tempo che va da uno a tre mesi (rinnovabile se necessario ad altri 3 mesi, e così via).

La consegna invece dipenderà dalla tempistica decisa fra le parti per il pagamento, perché verrà consegnato solo a fine saldo (è la procedura standard di tutela del professionista, non di mancanza di fiducia). Si stabilirà nell'accordo, anche l'acconto per l'inizio del lavoro, che in genere di aggira al 30% sul totale da pagare. Le verrà infine consegnato il documento su carta intestata che attesterà il valore e autenticità dell'opera e che descriverà la nel dettaglio, spiegando anche la metodologia adottata, di modo che avrà quella "carta d'identità" che le permetterà, detto in parole povere, di fare un netto distinguo tra una tela qualunque di scarso o dubbio valore, e un'opera d'arte con un valore artistico, nonché economico, riconoscibile dal mercato dell'arte.

4) Il prezzo di un’opera è arbitrario o ci sono dei parametri per stabilirlo?

Per quanto riguarda la stima economica l'unico parametro oggettivo è quello delle aste. E spiego il perché: il mercato dell'arte contemporaneo è soggetto a speculazioni e il mercato delle trattative private (come è quello delle gallerie o quello fra proprietari privati) è un mondo "selvaggio" nel senso che non ha regole precise, ogni gallerista può fare il prezzo che ritiene opportuno laddove trova clienti disposti a spendere. Ma soprattutto, il mercato privato non è tracciabile, specie quando parliamo di vendite fra privato e privato tramite mediatore. Al contrario, le case d'aste pubblicano i risultati delle aste e sono perciò sotto gli occhi di tutti. In ogni caso, qualsiasi artista, quando verrà riconosciuto come tale ad un certo livello, passerà inevitabilmente per il circuito delle aste, perché quello è il mercato ufficiale dell'arte. E' per questo che nel mio lavoro, quando vado a fare una stima tengo conto del mercato delle aste..
Oltre a considerare ciò che avviene nel mercato, bisogna esaminare alcuni fattori che determinano il prezzo di una data opera. Sul valore di un'opera, infatti, incidono fattori quali l'iconografia, ovvero se l'opera appartiene ad un determinato stile, ad un ciclo più in voga e più ricercato rispetto ad un altro seppur dello stesso artista. Per fare un esempio è chiaro che di Picasso sono più appetibili le opere cubiste anziché quelle del periodo rosa o blu. Per fare un altro esempio, incide molto di più sul prezzo la provenienza di un'opera, se è per esempio appartenuta da una famiglia illustre o è stata in una collezione con opere d'arte di indiscusso valore storico. Altri fattori che vanno a definire il valore economico sono poi le dimensioni, la tecnica, lo stato di conservazione, ecc…

5) A cosa serve fare un inventario se l’opera ha già una precedente documentazione? Materialmente lei cosa eseguirebbe?

L'inventario mette ordine alla collezione e dà o aggiorna il valore economico, perché nelle autentiche, eventualmente pregresse o expertise, non ne è dichiarato il valore economico. La scheda riassume l'opera dal punto di vista artistico ed economico, quindi il mio lavoro verterebbe su questi due punti.


Blog image

6) Casa d’asta o mercato privato?

Per la vendita di un'opera il canale da scegliere dipende solo dalle proprie esigenze. Con le case d'asta i tempi sono più brevi e si ha una visibilità pubblica e a seconda di quale casa d'asta si sceglie si può avere sull'opera una risonanza a livello nazionale ed internazionale, con un conseguente richiamo di acquirenti interessati all'acquisto. La casa d'asta ha costi che si aggirano tra il 10% e il 15% e la commissione va pagata anche in caso di invenduto. Se si verifica questa ipotesi, si deve tener conto che l'opera, a causa dell'invenduto, subirà un calo d'immagine e appetibilità agli occhi del mercato. Se si opta per il mercato privato i tempi si allungano, possono volerci mesi e anche oltre un anno prima che si concluda la vendita. Questa strada ha però diversi vantaggi, innanzitutto i costi, poiché il mediatore guadagna sulla percentuale di vendita, e il proprietario non deve quindi anticipare denaro; e, in secondo luogo, se l'opera rimane invenduta o più trattative non vengono concluse, l'opera non subisce danni in termini d'immagine, dal momento che tutto avviene a porte chiuse. Sta quindi al proprietario, sulla base dei pro e dei contro, quale percorso risponde alle proprie esigenze.

7) Ai fini della vendita ho visto che alcuni artisti hanno una loro Fondazione che rilasciano l’autentica. a questo punto a cosa serve una perizia se ai fini del riconoscimento del valore occorre l’autentica della Fondazione?

Se un artista ha alle spalle una Fondazione riconosciuta a livello nazionale o internazionale, è sempre bene passare sotto il loro giudizio, per farsi poi rilasciare l'autentica. Come detto sopra, l'autentica però non esprime il valore economico, né descrive l'opera da un punto di vista artistico e culturale, due elementi essenziali e necessari quando si vuole vendere un'opera, cosa che si risolve grazie alla perizia (verificare l'autenticità di un'opera è solo uno degli eventuali passaggi che possono riguardare il lavoro di una perizia, di per sé complesso e con diversi aspetti da esaminare).

8) Se l’opera risulta nel catalogo dell’artista ai fini della vendita è sempre meglio ottenere l’autentica della Fondazione? O magari per risparmiare si può fare solo perizia?

Come detto sopra passare per una Fondazione accreditata è un passaggio praticamente obbligato, ma un'opera per essere in un catalogo ragionato, e quindi ufficiale, è già passata per le mani della Fondazione, oppure è apparsa in qualche mostra ufficiale riconosciuta dalla Fondazione, bisogna quindi esaminare la questione. Come sopra, la perizia serve, quando si vuole vendere o anche eseguire una divisione ereditaria per esempio, per avere il valore economico e artistico dell'opera.

Per riassumere, in presenza di una Fondazione, l'autentica va richiesta a loro (ma parte del mio lavoro consiste nel fare da tramite tra fondazione e cliente), e una perizia è necessaria a fini di vendita o divisione ereditaria.

9) Come si stabilisce il compenso di un perito? E quando si devono far esaminare più opere viene applicata qualche agevolazione?

La percentuale varia a seconda della fascia di prezzo cui fa parte l'opera in questione, per i dipinti, ad esempio, le percentuali partono da un 12% e arrivano al 2,5% sul valore dell'opera. Più è alto il valore dell'opera e più diminuisce la percentuale del costo della perizia. Nel caso ci siano da esaminare più opere, dalla seconda in poi applico una riduzione del 50% sul costo effettivo della perizia. Solo la perizia della prima opera da esaminare (quella con il valore economico più alto) avrà un costo pieno.

10) Cosa succede su un’opera non è firmata? Sugli artisti antichi pare non esistano Fondazioni, a chi ci si affida allora? Mi sembra fantascienza che si possa risalire ad un artista ignoto! Mi può spiegare una semplice procedura per le opere antiche?

Anche nel caso di artisti antichi si può far ricorso ad un perito. Ma in questo caso il perito deve essere anche un attributista, ovvero, deve avere una preparazione tale che unisca la conoscenza del mercato con quella storico-artistica. Esistono anche gli studiosi esperti di un dato artista a cui rivolgersi, ma in quel caso si deve avere già un’idea di chi sia il potenziale autore, altrimenti si va alla cieca.

Per stabilire la paternità di un'opera antica si fanno studi diagnostici (UV, infrarossi, raggi x ecc...), studi inerenti lo stile, studi di archivio, di provenienza e così via, affinché si possa arrivare a capire se l'opera è autentica e da chi è stata eseguita. Se non si arriva a stabilire l'autore, ci sono diverse classificazioni: seguace, bottega, scuola, ecc...

È quindi il perito che rilascia i documenti necessari per l'autenticità e il valore artistico - economico dell'opera, dove sono spiegati la metodologia e i risultati ottenuti dai vari studi.

11) Ci sono dei casi in cui non serve spendere per le analisi diagnostiche per cui l’attribuzione è evidente anche non in presenza di firma? Oppure serve sempre, magari per rassicurare il cliente?

Sì, il laboratorio serve sempre (che ci sia o meno la firma), poi dipende dall'opera quali e quante analisi servono, specie se si sta avviando un procedimento per un’attribuzione.

Le analisi non servono per rassicurare il cliente, servono a supporto della tesi di autenticità e paternità dell'opera. Si può dire che una perizia o un expertise, è una sorta di tesina dove si dimostra qualcosa. Insomma, la diagnostica fa parte dell'iter di studio di un'opera, soprattutto in un mondo dove tutto deve essere scientifico e dimostrabile con dei fatti. E' ormai, e giustamente, lo stesso mercato dell'arte a pretenderlo, visto l'alto numero di falsi che girano (anche le firme vengono falsificate), e le grosse cantonate prese anche da famosi storici dell'arte che attribuivano un'opera soltanto guardandola...

Non hai trovato la risposta che cercavi? Contattami!