Esperto d'Arte

Esperto d'Arte

Blog

Il blog tratta argomenti legati al mondo dell'arte, in particolare alle attività svolte da Orizzonte contemporaneO in ambito di perizie, expertise, inventari, condition report, nonché alle mostre organizzate e in programma, e a cosa offre il panorama dell'arte contemporanea.

Non solo Banksy. Saville regina della pittura.

Aste e CollezionismoPosted by Marina Ciangoli 10 Oct, 2018 11:34

Non solo Banksy. Sul finire della scorsa settimana, è passato presso Sotheby's, questo monumentale e cruciale autoritratto di una delle pittrici più autorevoli del nostro tempo, che del ribaltamento dei canoni estetici della bellezza ne ha fatto la sua poetica distintiva: Jenny Saville. Passata un po' in sordina, la tela ha triplicato la stima di partenza, per essere poi aggiudicata per 9,5 milioni di sterline, dopo una battaglia che ha visto fronteggiarsi 5 collezionisti. Quest'opera, acquistata dal lungimirante collezionista David Teiger negli anni '90, convinse Charles Saatchi a puntare sull'artista britannica, proponendola nella fortunata e famosa mostra Sensation: Young British Artists from the Saatchi Gallery, che lanciò Jenny Saville, ed altri artisti, nella scena dell'arte internazionale.




Venerdì 5 ottobre la maison Sotheby's ha aperto le sue porte ad una delle collezioni più ricche e contemporanee che si possano annoverare. Proprietario di tale collezione è stato David Teiger scomparso ormai da quattro anni, e che è stato un membro illustre del Moma. I proventi dell'asta saranno destinati alla Fondazione Teiger a sostegno dell'arte contemporanea. Tra gli autori collezionati compaiono David Hockney, John Currin, Peter Doig, Maurizio Cattelan, Elizabeth Payton e molti altri. Secondo le previsioni, protagoniste della serata dovevano essere due vedute di Doig Buffalo Station I e II stimate tra i 6 e gli 8 milioni di sterline, che però non hanno ripagato le attese: la prima è stata aggiudicata entro la stima per 7,5 milioni di sterline, mentre la seconda si è attestata al di sotto della forbice, fermandosi a quota 4,5 milioni. Inaspettata star è stata invece Saville, che con il suo autoritratto che, come detto sopra ha triplicato le aspettative, ha segnato il suo nuovo record di 10,8 milioni di euro.

Per quanto riguarda Banksy, che non fosse tutto orchestrato con la complicità di Sotheby's ci si crede ben poco, ma una risata ce la potremmo pure fare, e prendere il tutto un po' meno sul serio. In fondo, l'arte, con i puri di cuori non ha mai avuto molto a che fare - ai piani alti poi! -, nonostante certi stereotipi duri a morire.



Ad ogni modo, Banksy che doveva chiudere la serata, era stato quotato tra i 200 e i 300 mila euro, poca roba si direbbe, ma a colpi di rialzi la ben nota ragazzina col palloncino rosso, ha fatto volare la stima oltre il milione, per poi autodistruggersi come ormai tutti sanno. Poco dopo, lo stesso Banksy ha postato sul sul profilo Instagram il piano "antisistema" architettato anni addietro, o così vuol farci credere...
Realtà o mossa di marketing, Banksy resta un protagonista della nostra epoca, tra i più incisivi e riconoscibili artisti, e tra i più sapienti comunicatori - l'arte è comunicazione, sembra strano, ma va sempre ricordato...- e in quanto tale, merita il nostro rispetto, e, in questo caso, anche, forse, il beneficio del dubbio...







  • Comments(0)//espertodarte.orizzontecontemporaneo.it/#post37